domenica 24 agosto 2008

Crescendo impari...

E crescendo impari che la felicità non è quella delle grandi cose.Non è quella che si insegue a vent'anni quando come gladiatori si combatte il mondo per uscirne vittoriosi.... La felicità non è quella che affannosamente si insegue credendo che l'amore sia tutto o niente... non è quella delle emozioni forti che fanno il "botto" e che esplodono fuori con tuoni spettacolari... La felicità non è quella di grattacieli da scalare,di sfide da vincere mettendosi continuamente alla prova.Crescendo impari che la felicità è fatta di cose piccole ma preziose......e impari che il profumo del caffè al mattino è un piccolo rituale di felicità,che bastano le note di una canzone,le sensazioni di un libro dai colori che scaldano il cuore,che bastano gli aromi di una cucina,la poesia dei pittori della felicità,che basta il muso del tuo gatto o del tuo cane per sentire una felicità lieve. E impari che la felicità è fatta,di emozioni in punta di piedi,di piccole emozioni che in sordina allargano il cuore,che le stelle ti possono commuovere e il sole far brillare gli occhi,e impari che un campo di girasoli sa illuminarti il volto,che il profumo della primavera ti sveglia dall'inverno,e che sederti a leggere all'ombra di un albero rilassa e libera i pensieri.E impari che l'amore è fatto di sensazioni delicate,di piccole scintille allo stomaco,di presenze vicine anche se lontane,e impari che il tempo si dilata, e che quie cinque minuti sono preziosi e lunghi più di tante ore,e impari che basta chiudere gli occhi,accendere i sensi,sfornellare in cucina,leggere una poesia,scrivere un libro o guardare una foto per annullare il tempo e le distanze ed essere con chi ami.E impari che sentire una voce al telefono,ricevere un messaggio inaspettato,sono piccoli attimi felici.E impari ad avere,nel cassetto e nel cuore,sogni piccoli ma preziosi.E impari che tenere in braccio un bimbo è una deliziosa felicità.E impari che i regali più grandi sono quelli che parlano delle persone che ami...E impari che c'è felicità anche in quell'urgenza di scrivere su un foglio i tuoi pensieri, che c'è qualcosa di amaramente felice anche nella malinconia.E impari che, nonostante le tue difese, nonostante il tuo volere o il tuo destino,in ogni gabbiano che vola, c'è nel cuore un piccolo grande Jonathan Livingston.E impari quanto sia bella e grandiosa la semplicità..... (Anonimo)
Ho ritrovato questa poesia qualche giorno fa,in un quaderno che tengo da anni,dove scrivo e raccolgo tutte le frasi,le poesie,i detti,gli aforismi e simili che mi colpiscono di più.....questa parla della semplicità che si può trovare nelle piccole cose,e c'è qualcuno in particolare ultimamente che mi ha insegnato cosa significa felicità e soprattutto semplicità.Questa persona ha un nome,si chiama Luca,ed è tra coloro a cui voglio un mondo enorme di bene.Grazie pesciolino e tu sai perchè........

4 commenti:

le ricamine del giovedi ha detto...

ciao cara.. si tutto ok.. sono in ferie e passo il mio tempo fra pulizia della casa.. preparazione della conserva di pomodoro..bambini.. giochi.. compiti... e qualche ricamo arretrato... uff.. una faticaccia!!! ahahha
ciaoo ci sentiamo via mail!!!
manuela

Cocca78 ha detto...

eccomi!!!! non ho abbandonato il tuo blogghino.... è che fino alla fine del mese sono nel caos più completo tra casa e lavoro...... anche il mio blogghino ne risente.... un bacione grande grande e sentiamoci via email!!!!
Carlotta

patti ha detto...

Ho letto la poesia, copiata sul pc, pensando che non c'è felicità più grande nel rendersi conto le cose semplici, dolci di ogni giorno sono quelle ci danno di più!!
Patti
p.s. per aver partecipato al mio blogfestadicompleanno, e indovinato le città, ti ho preparato un piccolo pensierino. Mi mandi il tuo indirizzo? la mia mail à pamael@libero.it.
Grazie!!!

Pam ha detto...

Non la conoscevo, ma leggendola mi ha profondamente emozionata, grazie mille Fulvia per averla condivisa con noi!
Un abbraccio Pam